La Tunisia del Nord. TOUR MOTOCICLISTICO 2/7 GENNAIO 2012

World Moto Travel


 

2 gennaio:PALERMO/TUNISI-LA GOULETTE

Ritrovo dei partecipanti al porto di Palermo per la partenza a mezzo Grimaldi Ferries fissata per le h.23,59. E’ necessario essere al porto almeno due ore prima per le formalità di imbarco e le pratiche doganali. I partecipanti dovranno essere muniti di passaporto. L’arrivo al porto di Tunisi – La Goulette è previsto per le h.10,30.

3 gennaio: CARTAGINE- BISERTA – TABARKA (230 km)

Trasferimento a Tunisi (6 km) e visita guidata al museo nazionale archeologico del “Bardo”, il più antico museo del mondo arabo e di tutta l’Africa, famoso per l’enorme collezione di mosaici romani. A seguire visiteremo il sito archeologico di Cartagine, inserita dall’UNESCO nel 1979 tra i patrimoni dell’Umanità.

Sosta pranzo a Cartagine dove potremo gustare alcune specialità della cucina tunisina. Nel pomeriggio raggiungeremo Biserta (65km), importante città costiera della Tunisia settentrionale, a soli 15 km da Cap Blanc, il punto più a nord di tutta l’Africa. Biserta ha tutto il fascino di una piccola città tradizionale, con il vecchio porto, la sua medina e le sue fortezze.  Visiteremo la Casbah (l’antica cittadella), il museo oceanografico, situato in un antico fortino, il Forte spagnolo. Attraverseremo i suoi quartieri moderni che si affacciano sulla strada panoramica e il grande porto.

A seguire, riprenderemo la strada alla volta di Tabarka, una piacevole cittadina della costa nord occidentale, a pochi chilometri dal confine algerino, nota ai più come la “città del corallo”. Cena e pernotto in hotel (4 stelle)

4 gennaio: AIN DRAHAM (80KM) -DOUGGA – BULLA REGIA (80KM) – TUNISI (170) TOT. 330 KM

Evocare la costa del Corallo significa identificare 300km di costa, in cui una serie di calette naturali si staglia lungo un retroterra di montagne e foreste. E’ la Tunisia del nord contrapposta agli spazi sahariani; un paesaggio di rivoli (oued) e di laghi, di distese agricole e di boschi.
All’estremità occidentale del litorale si trova Tabarka, dove efficienti infrastrutture e l’infinita spiaggia bianca fronteggiano una costa rocciosa e frastagliata dall’incessante azione erosiva: Les Aguilles. Il retroterra di Tabarka è una fitta foresta di betulle, ontani, salici e i caratteristici alberi del sughero, e rappresenta un’attrattiva per gli appassionati della caccia. In un ambiente così unico e naturale, a 800m sul livello del mare raggiungeremo un grazioso villaggio dai tetti rossi, apprezzato per il suo clima e la sua tranquillità : Ain Draham, il cui nome significa “fonte d’argento”.
A seguire visiteremo le millenarie vestigia dei siti di Bulla Regia e Dougga , sito dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, dove potremo ammirare il Campidoglio, il Teatro Romano ed il Mausoleo numinide. Dopo il pranzo, a Dougga, riprendiamo la via del ritorno verso Tunisi – Gammarth per far rientro in hotel (5 stelle). Cena e pernottamento.

5 gennaio:  PERIPLO DELLA PENISOLA DEL “CAP BON” (230 km)

Escursione per l’intera giornata e visita delle località costiere e dei villaggi di Kerkouane -El Haouaria – Korbous – Kelibia.
Penisola puntata verso la Sicilia, bordata da lunghe spiagge vergini a sud e montagnose a nord, il Cap Bon è una regione di pesca, di grossi villaggi agricoli, d’immensi aranceti, di vigneti e di prodotti agricoli; una regione verdeggiante dove è piacevole vivere.

Kélibia: un grande porto peschereccio animato, una graziosa cittadina blu e bianca, e una collina sulla quale si erige un’imponente fortezza edificata nel XII° secolo, la più grande della Tunisia, risalente al Medio Evo musulmano.

Kerkouane: sito archeologico in riva al mare mostra il piano perfettamente conservato di una piccola città punica (appartenente alla civiltà cartaginese), con le sue case, il suo tempio, le sue mura di cinta… Fra le altre curiosità, dei mosaici arcaici e delle case dotate di vere vasche da bagno.

Korbous: sulla costa rocciosa del nord del Capo Bon, una piccola stazione termale conosciuta fin dall’antichità e sempre in attività.

El Haouaria: una cittadina blu e bianca isolata all’estrema punta della penisola, e impressionanti antiche cave sotterranee (le “Grotte”). La falconeria, importante tradizione locale, è celebrata ogni anno con un festival. Gli aranceti: le gigantesche piantagioni d’aranci, di mandarini e clementine ricordano che questa regione produce la maggior parte degli agrumi del paese.

Pranzo, a base di pesce, in un caratteristico ristorante di Kelibia. Riprenderemo quindi la via del rientro nel tardo pomeriggio, allorchè raggiungeremo  Hammamet, principale località turistica del Paese, considerata una delle più belle mete della costa nordafricana. Giusto il tempo per gustare un caffè arabo o un thè alla menta, mentre potremo ammirare il tramonto dalla terrazza fronte mare del Caffè Sidi Bou Hadid, uno dei più rinomati di tutta la Tunisia.
Cena e pernottamento in hotel. (4 stelle superior)

 

6 gennaio: MAHMDIA – ZAGHOUAN – TAKROUNA – HAMMAMET (170 km)

Colazione in hotel e partenza per l’antica città di Mahmdia e visita delle sue rovine. Si prosegue la visita dei villaggi berberi di Takrouna e Sidi Djedidi per una sosta al souk beduino ed all’ hammam, dove potremo godere una piacevole quanto inaspettata opportunità. Visita della città di Zaghouan dal passato romano ed andaluso. Sosta per il pranzo a Zaghouan. Riprendiamo i nostri mezzi alla volta di Hammamet, principale località turistica del Paese, considerata una delle più belle mete della costa nordafricana. Arrivo ad Hammamet-Yasmine e sistemazione presso uno dei più lussuosi hotel della città (4 stelle superior). Cena e pernotto.

 

7 gennaio : HAMMAMET – TUNISI (70 km)

Giornata di relax da dedicare alle attività individuali, agli “hammam” o ai massaggi presso le spa ed i centri di talassoterapia. Si potrà altresì visitare l’antica medina di Hammamet per eventuale shopping, con possibilità di escursione nella vicina Nabeul (10 km). In mattinata, visita di Hammamet Yasmine, vera e propria città nella città, dove attorno ad un esteso porto turistico e ad una lunga spianata di fronte al mare sorgono lussuosi alberghi e ristoranti, gallerie commerciali, locali notturni, centri di talassoterapia. Visiteremo inoltre “Cartage Land” un parco che ha la forma di una tradizionale medina ed offre numerosi luoghi di svago. Pranzo in Hotel. Nel pomeriggio partenza per Sidi Bou Said, antico villaggio arabo-andaluso, la cui posizione offre una vista unica sul golfo di Tunisi. Luogo ricco di fascino, con le stradine lastricate su cui si affacciano le case dalle bianchissime facciate, impreziosite da porte scolpite e da finestre chiuse da elaborate griglie in ferro battuto blu. Sosta al celebre Cafè Des Nattes, il più famoso caffè moro della Tunisia, noto per essere frequente meta di artisti e vip.

Dopo le foto di rito agli impareggiabili panorami della “città azzurra” ci recheremo nel cuore della capitale, per passeggiare in quella che è certamente la sua arteria viaria più importante e rappresentativa: Avenue Habib Bourghiba, col suo imponente orologio ( il Big Ben d’Africa) fino ad arrivare alla Port De France, ingresso della “Kasbah”, dove lungo stretti vicoli carichi di colori e di odori, e passaggi coperti da antiche volte, si susseguono decine di negozietti ricchi di souvenir. Nel cuore della Medina, consumeremo una cena a base di cous – cous prima del trasferimento al porto de La Goulette (6 km) per il check-in ed il disbrigo delle formalità doganali per l’imbarco,  previsto per le h. 01,30 con arrivo a Palermo alle h. 15,00 di domenica 8 gennaio 2012.

 

Per Iscrizioni e maggio informazioni CLICCA QUI