Motociclisti Invernali o da Happy hour?

Di pochi giorni or sono è la diatriba nata da un “ingenuo” articolo di una famosa testata on line, sulla presunta (in)utilità dei raduni invernali.

Immediata la risposta del web con commenti più o meno pesanti sia alla testata,  che alla categoria che si immedesimava nell’articolo.

Un articolo volutamente provocatorio (bene o male purché se ne parli) o il pensiero di tanti?

Da sempre il motociclismo rappresenta per antonomasia la libertà; come tale forse non andrebbe giudicato o classificato in base alle proprie esperienze e gusti.
Chi affronta l’Elefantentreffen è più motociclista di chi prende un aperitivo in riva al lago dopo una giornata di lavoro? Forse no. Forse lo sono entrambi nella maniera che più desiderano.
Forse semplicemente il concetto di spensieratezza e libertà che offre la moto è diverso per ognuno di noi.

Personalmente mi sono sentito motociclista stamattina quando, in sella al mio Kle, (si….si è motociclisti anche con soli 500cc…)  arrivavo sin dal macellaio del paese pronto a riempire il bauletto di spesa, tanto quanto salivo verso il Colle dell’Agnello, con le k60 sgonfie per avere presa sul ghiaccio (vedi foto sotto).

Concludo con una risposta che sentii anni fa in tv , ad una domanda rivolta ad un famoso stilista. “Cosa andrà di moda il prossimo anno?
Quel che CAZZO vorrai indossare.”.

Lascia un commento