TravelBike - Ktm 790 Adventure

TravelBike

Versione completa: Ktm 790 Adventure
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2
Il sito Insella ha pubblicato un articolo riguardo l'uscita della Ktm 790 Adventure prevista per marzo prezzi:

https://www.insella.it/news/ktm-790-adve...?amphtml=1

BASE € 12.699
R € 13.799

İmage
non so se piacerà ai puristi del marchio più "vecchia scuola", motore 2 in linea, si parla di produzione in cina, però sono convinto che su strada sarà una moto molto efficace e divertente. quando era uscita come prototipo mi sembrava una moto eccessivamente fuoristradistica, e la R probabilmente lo è, ma la base la sto rivalutando, pur non sopportando il design della parte anteriore.

penso che possa mettere molti bastoni tra le ruote alle varie 800 con il 21, tipo la tiger xc o la f850gs, ma per me anche alla africa twin.
Un mostro di moto. Perfetta....a parte la bruttezza. Vederemo cosa farà sul campo. Di certo, non costa poco, ma è un concentoo relativo
Per me è bruttarella, costosa...sarà certamente una gran moto da portare, come tutte le KTM. Rimane un peccato che KTM non abbia sviluppato cilindrate medio piccole col V stretto...Una volta si diceva che questo tipo di motori, con le capoccette separate (pensate alla distribuzione, una per cilindro...), fossero certamente più costosi dei motori con i cilindi 'in linea'... visto che oggi (putroppo aggiungo io) il concetto di costoso, è relativo, come dice Marven e che KTM non ha problemi ad andare in alto con i prezzi, perchè non hanno fatto un 600/800 a V, longitudinale che fa la moto stretta, piccolo, leggero e compatto?
Mah...Visto che le prestazioni saranno indubbie...l'unica cosa che potrebbe interessare (rispetto al motore) è l'affidabilità e la longevità...
Vista dal vivo la R è probabilmente più carina che non in foto... di certo con un motore 2 in linea (che dicono vada benissimo) hanno diminuito i costi ed aumentato l'utile (considerato il prezzo non propriamente contenuto per la cilindrata) .
io non sono un motorista e non mi ci avvicino nemmeno, eh, quindi posso solo fare ipotesi, e da quello che vedo il due in linea è l'architettura che va per la maggiore, e quindi (considerando anche che è la prediletta dai marchi dei pesi emergenti) immagino sia più economico da produrre, e poi forse è anche più facile da migliorare in futuro, vedo che altri due in linea basta maggiorarli un attimo, anche 50cc in più di corsa e stai dietro meglio alle normative euro future.

certo per il prezzo se davvero la produzione è nel nuovo stabilimento in cina, qualcosina meno poteva pure essere eh....
TODD avvicinati, non è difficile...lascia perdere quello che va per la maggiore e le ricerche di mercato.

Pensa q questo motore e i due pistoni che vanno su e giù: se li metti vicini, facendo 'un due in linea' e come se avessi un grosso mono, un unico blocco di metallo con molte parti condivise, un'unica distribuzione, un'unica testata, unici tubi che vanno e vengono...ok?

Se fai invece un bicilindrico a V, non hai un unico blocco ma due blocchi, non hai un'unica testata, ma due, non hai un'unica distribuzione ma due....

Quindi costa di più perchè e come se avessi due motori, di fatto due unità termiche separate. Ok?

Se è tutto ok, poi parliamo di come queste due tipologie di bicilindrici si collocano nei telai e come influenzano l'intero progetto, anche da un punto di vista economico....e poi ancora, potremmo parlare del comportamento di questi motori
(03-12-2018, 11:27 AM)zorrykid Ha scritto: [ -> ]Per me è bruttarella, costosa...sarà certamente una gran moto da portare, come tutte le KTM. Rimane un peccato che KTM non abbia sviluppato cilindrate medio piccole col V stretto...Una volta si diceva che questo tipo di motori, con le capoccette separate (pensate alla distribuzione, una per cilindro...), fossero certamente più costosi dei motori con i cilindi 'in linea'... visto che oggi (putroppo aggiungo io) il concetto di costoso, è relativo, come dice Marven e che KTM non ha problemi ad andare in alto con i prezzi, perchè non hanno fatto un 600/800 a V, longitudinale che fa la moto stretta, piccolo, leggero e compatto?
Mah...Visto che le prestazioni saranno indubbie...l'unica cosa che potrebbe interessare (rispetto al motore) è l'affidabilità e la longevità...
Perché con il due in linea (che aborro), riescono a tenere la moto corta, riposizionando i pesi come meglio credono.

Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk
(09-12-2018, 11:03 PM)toto#77 Ha scritto: [ -> ]
(03-12-2018, 11:27 AM)zorrykid Ha scritto: [ -> ]Per me è bruttarella, costosa...sarà certamente una gran moto da portare, come tutte le KTM. Rimane un peccato che KTM non abbia sviluppato cilindrate medio piccole col V stretto...Una volta si diceva che questo tipo di motori, con le capoccette separate (pensate alla distribuzione, una per cilindro...), fossero certamente più costosi dei motori con i cilindi 'in linea'... visto che oggi (putroppo aggiungo io) il concetto di costoso, è relativo, come dice Marven e che KTM non ha problemi ad andare in alto con i prezzi, perchè non hanno fatto un 600/800 a V, longitudinale che fa la moto stretta, piccolo, leggero e compatto?
Mah...Visto che le prestazioni saranno indubbie...l'unica cosa che potrebbe interessare (rispetto al motore) è l'affidabilità e la longevità...
Perché con il due in linea (che aborro), riescono a tenere la moto corta, riposizionando i pesi come meglio credono.

Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk

...anche...certo...oddio KTM fino ad ora il problema tecnico non se l'era posto con i suoi V twin, evidentemente il problema non c'era...e si stanno inventando una scusa....

....ma non è detto che un V longitudinale debba essere aperto a ventaglio (i cds a L, suzuki ducati etc...) ...tant'è che tra i più stretti come angolo tra i cilindri, c'è proprio KTM...questo ovviamente comporta una ulteriore complicazione nella realizzazione, lavorazione e materiali ...un bel po di calore data la vicinanza, la collocazione del posteriore, rispetto all'anteriore che copre ..etc... etc....

Ripenso pure ad Aprilia e i suoi minuscoli 450/550  ...il motore di 125 4t cinese è più grosso...

I motori a V longitudinale, sono la mamma di tutte le storie motociclistiche... i migliori motori che possono realizzarsi e collocarsi in  un telaio di una moto
(03-12-2018, 11:27 AM)zorrykid Ha scritto: [ -> ]I motori a V longitudinale, sono la mamma di tutte le storie motociclistiche... i migliori motori che possono realizzarsi e collocarsi in  un telaio di una moto

Concordo pienamente...ma come si accennava sopra per un'Azienda, la marginalità su un prodotto che viene lanciato sul mercato, non solo in quello motociclistico ovviamente, oggi è tassativa e non si può prescindere da essa.
Specialmente per una Casa, KTM nello specifico, che ha raggiunto e naturalmente mira ad aumentare, fatturati da capogiro.
Lo dovrà fare in più parti del mondo possibile, marginando il più possibile.
In ambito commerciale attualmente, te lo garantisco perché è una realtà che vivo quotidianamente, si parla di margine ancor prima che di fatturato.
Basti pensare ad Honda che ha snaturato il motore di quella che era un icona come AT, compensando con un marketing ad hoc, e riuscendo a raggiungere ottimi numeri ed ottimi margini, considerato il prezzo della moto in relazione a ciò che offre.
BMW è probabilmente ancor più maestra in questo.
Anche HD, Marchio che personalmente per ora non contemplo, ma che lato motori tanto di cappello, ha intrapreso in sordina questa strada...chiedere ai puristi please.
Capisci che per uno come me, cresciuto parlando di cascate di ingranaggi è roba da crampi allo stomaco.
Oggi va così, e per fortuna che in soccorso è arrivata l'elettronica, che ha consentito in parte di compensare quella perdita di "carattere" e distribuzione dei pesi garantita da un 2/4 a V.
Se provi un AT 2018, rispetto a quella prima serie, ti rendi conto di una evidente differenza di erogazione, più appagante.
Personalmente non me la sento di criticare KTM più di quel tanto.
Continua, e penso continuerà a farlo, a produrre moto di un livello componentistico e telaistico mediamente superiori alla concorrenza in rapporto al listino. Sull'estetica non metto becco in quanto discorso soggettivo.
Ovvio che anche loro due conti li han dovuti fare.
Bye
Pagine: 1 2