Archive for wrc

Elspeth Beard ed il giro del mondo su R60

Elspeth Beard , Inglese, nel 1980 acquista per poche sterline, una Bmw R60 usata.
A soli 24 anni, con 1000 sterline in tasca, intraprende il viaggio della sua vita che la porterà a scoprire ogni angolo del pianeta.
Spedisce la moto a New York e da li inzia il suo viaggio che la porterà fra le Americhe, L’India, il Giappone e L’europa.
Torna dopo anni a casa, 20 kg in meno, un incidente grave in Australia e un viaggio che dopo 30 anni, fa ancora parlare di lei.
Oggi architetto a tempo pieno in quel di Londra, guida ancora moto BMW.
#travelbike #GiroDelMondoInMoto #bmw

Please follow and like us:

La Kawasaki Versys 650 è la moto ufficiale del Giro D’Italia 2016

Durante il WorldSBK a Imola, Kawasaki ha reso notala sua presenza al 99esimo Giro d’Italia.
Jonathan Rea e Damiano Cunego hanno svelato le nuove colorazioni della Kawasaki Versys 650, la moto che sarà utilizzata durante il “Giro”.

30 mezzi, tutti marchiati Kawasaki, saranno utilizzati da tutta la troupe del Giro d’Ialia.
La Versys 650 è stata scelta per la sua affidabilità e versatilità, testata a fondo ed approvata dal team di piloti del Giro d’Italia per percorrere i quasi 4.000 chilometri che dovranno affrontare nelle più svariate condizioni.

Per l’occasione, il leggendario ciclista Damiano Cunego del team NIPPO Vini Fantini, è stato graditissimo ospite del Kawasaki Racing Team dove il campione del mondo Jonathan Rea, grande appassionato di ciclismo, ha fatto gli onori di casa. “JR” ha ricevuto in regalo la nuova maglia ufficiale della NIPPO Vini Fantini mentre Cunego ha lasciato il circuito con gli stivali di Jonathan, freschi “vincitori” del round di Assen.

Jonathan Rea – “Ci siamo scambiati dei regali con Damiano, una leggenda nel mondo del ciclismo e già vincitore del Giro d’Italia. Mi ha fatto molto piacere conoscerlo, trovo che sia una splendida persona. Kawasaki e la WorldSBK hanno avuto un’ottima idea creando questo evento per presentare la Kawasaki Versys 650 del “Giro” ed unendo la Superbike al ciclismo. Ho una passione sfrenata per il ciclismo e buona parte del mio allenamento si svolge in bicicletta. Ho tanti amici tra i ciclisti professionisti e conosco bene il loro mondo. Nutro tantissimo rispetto per loro e per tutti i sacrifici che fanno quotidianamente.
E’ stato molto divertente pedalare insieme nel circuito di Imola e condividere le nostre passioni. Ci siamo scambiati il numero di telefono, rimarremo certamente in contatto, mi ha già invitato ad una tappa del Giro, non vedo l’ora!

Damiano Cunego – “Sono un grande patito di motociclismo, ma non conoscevo personalmente Jonathan Rea. Mi ha sorpreso piacevolmente incontrarlo oggi e l’impressione avuta in TV è più che confermata. Ad accomunarci non sono solo le nostre passioni ma anche una grande attenzione ai dettagli e precisione. Non mi stupisco che sia il campione del mondo, è un vero atleta, in gran forma anche in sella alla bici. Oggi pedalando insieme mi raccontava tutti i segreti del circuito, lo vedo tra i favoriti di questa domenica.
Ringrazio Dorna e Kawasaki per l’opportunità di tornare a pedalare sulla pista di Imola, questo week-end tiferò per Jonathan e lo aspetto sulle strade del Giro d’Italia, al via tra una settimana esatta, dove anche io voglio essere tra i protagonisti alla ricerca di una vittoria di tappa.”

Please follow and like us:

Itinerari: Colle del Lys e Sacra di San Michele

Natura, cultura e mototurismo, ancora una volta si uniscono per dare vita da un percorso che si snoda fra le Alpi Graie Piemontesi per circa 160 km.

Il percorso sale sul Parco del Colle del Lys sino ad arrivare a 1300 metri s.l.m.

Il Colle del Lys, anche per la tragicità degli eventi di cui fu protagonista, è considerato il simbolo della Resistenza per quanto riguarda le Valli di Lanzo e di Susa. Arrivati in cima, un monumento è stato eretto in ricordo dei partigiani caduti nelle guerra. Dal luglio del 2000 è stato inaugurato il Centro Ecomuseale del Colle del Lys: all’interno della ex casa cantoniera troviamo un museo dedicato proprio alla storia del Colle.

Si ridiscende sino ad Avigliana dove, i suoi due laghetti, creano un’atmosfera decisamente diversa da quella appena lasciata ricca di ricordi importanti.

Il percorso si conclude con una immancabile visita alla Sacra di San Michele, un’abbazia del X-XI sec. situata sul monte Pirchiriano ed eletta Monumento simbolo del Piemonte.

 Foto di Giv54

REPORTAGE COMPLETO 

 

Please follow and like us:
Articoli , , ,

Cassinate: fra natura ed architettura

18 aprile 2016 No comments

In sella con Maxstirner nella zona zona del cassinate. Da Passo dell’Annunziata Lunga a Forcella di Cervaro passando per l’abbazia di Montecassino.
La cultura si fonde a paesaggi naturalistici e un asfalto fra i migliori del centro Italia.

Info e dettagli sul forum: CASSINATE

2s118cx 33c96ya

Please follow and like us:
Articoli

X-661 EXTREME TITANTECH Touring sportivo dalla nobile corazza

15 aprile 2016 No comments

X-lite, brand Nolangroup sinonimo di caschi in fibre composite, aggiunge un nuovo materiale alle materie prime utilizzate: il Titanio. Nasce così X-661 EXTREME TITANTECH, casco Touring dall’anima sportiva impreziosito e reso esclusivo da un micro-strato esterno in titanio, metallo nobile particolarmente apprezzato per il basso peso e la tenuta strutturale che lo contraddistinguono. L’impiego di pregiate fibre composite (carbonio, vetro, Kevlar) conferisce poi alla calotta (disponibile in tre misure XXSS/M-L/XL-XXL) elevata resistenza e leggerezza (- 60/80 gr. rispetto al modello X-661).

X-661 E.T. PURO N-COM F.Titanium 2

L’imbottitura interna Touring Performance è confezionata con tessuti di ultimissima generazione e grazie anche ai guanciali monoblocco è in grado di assicurare prestazioni costanti anche sulle lunghe distanze. Il sistema di ventilazione è costituito da due prese d’aria nella zona della nuca, una posizionata sulla mentoniera e da un estrattore posteriore.

La visiera, particolarmente ampia, garantisce un’ottima visuale, anche lateralmente. Il dispositivo Double Action assicura il blocco della stessa in posizione sollevata e ne impedisce l’appannamento. Grazie al meccanismo di sgancio rapido, la visiera può essere facilmente rimossa senza l’ausilio di utensili. Fornita di serie anche la visierina resistente all’appannamento Pinlock®. X-661 EXTREME TITANTECH è, inoltre, dotato di schermo parasole VPS con protezione UV 400, posizionato all’interno e regolabile in svariate posizioni.

Completano il prodotto il sistema di ritenzione con doppi anelli (DD-ring), la predisposizione per il sistema di comunicazione N-Com X-Series, finiture di pregio ed inserti rifrangenti.

Taglie disponibili: dalla XXS alla XXL.

Prezzo al pubblico: a partire da € 419,99

X-661 E.T. VERDON N-COM 4

Please follow and like us:
Articoli

Valter Moto, successo in strada e non solo

11 febbraio 2016 No comments
Valter Moto

Aprilia, Bmw, Ducati, Honda, Kawasaki, Yamaha, Triumph e, soprattutto, Suzuki: già solo a leggere questo breve elenco di case produttrici si può capire l’importanza del marchio che li unisce, ovvero la Valter Moto Components, la società brianzola che realizza parti speciali aftermarket.

Anche quest’anno, il catalogo dell’azienda, che è disponibile anche sui siti specializzati come Omniaracing, presenta una serie di interessanti novità e restyling, pensati per offrire il meglio agli amanti delle due ruote: pedane, semimanubri, poggiapiedi, specchietti, manopole e tanti altri accessori Valter Moto, tutti caratterizzati dalla garanzia di una storia che si avvicina a festeggiare i 20 anni di successi.

Primi non per caso. La Valter Moto Components nasce infatti nel 1998, quando viene avviata la produzione di componenti sviluppati in particolare per i motociclisti sportivi alla ricerca della giusta combinazione di qualità tecnica e personalizzazione estetica: non a caso, tutti gli accessori Valter Moto sono contraddistinti da una grande attenzione per ogni fase della produzione, dal concept alla scelta della materia prima fino al prodotto confezionato, realizzato con macchinari di ultima generazione e ad alta tecnologia secondo altissimi standard produttivi, così da superare i continui test di verifica e controllo. Ecco perché, in questi anni, la società è riuscita a farsi largo anche a livello internazionale, imponendosi come una delle leader nel campo del competitivo settore degli accessori speciali per moto sportive.

Le novità a Verona. Una delle moto più apprezzate al recente Motor Bike Expo 2016 di Verona è stata la rinnovata Suzuki GSR750, che dopo il primo restyling ricevuto sul finire del 2015, si è presentata anche in una nuova colorazione speciale per l’anno nuovo, ovvero il bluGP. In questa versione, la streetfighter prodotta dalla casa di Hamamatsu gode di tutti i benefici della partnership con Valter Moto, che ha messo a punto uno speciale kit estetico esclusivo per la Suzuki, che comprende una serie di accessori e componenti, di elevata qualità e dai pregiati dettagli stilistici, realizzati dall’azienda brianzola, come le protezioni delle leve al manubrio, le frecce a Led, il porta targa basso con regolazione, i tamponi para-telaio, le strisce adesive per i cerchi e i supporti per il cavalletto posteriore.

Un lungo elenco. Il kit completo sviluppato da Valter Moto annovera anche i terminali manubrio, il dado canotto, il tappo inserimento dell’olio e le ghiere precarico forcella della serie “Extreme“, il puntale nero e soprattutto il manubrio naked “Piegabassa”, studiato per migliorare la guidabilità complessiva della moto grazie alla possibilità di variare il carico sull’avantreno, per aumentare il feeling con il veicolo e soprattutto le sensazioni alla guida. D’altra parte, la Suzuki GSR750 si è contraddistinta da subito nel settore delle naked grazie al suo potente motore derivato dalla GSX-R750 e opportunamente modificato per consentire anche un ottimale uso stradale, che unisce elevate performance a un design curato e apprezzato.

Attenzione anche alla teoria. Ma lo sguardo dell’azienda non si limita alla sola parte tecnica e pratica, anzi: la Valter Moto è infatti uno degli sponsor originari della Motorsport Technical School, il corso per meccanici e ingegneri di pista che viene organizzato all’interno dei box dell’Autodromo di Monza da ormai cinque anni, e che è già riuscito a “sfornare” 172 professionisti (in particolare, 26 ingegneri di pista, 60 meccanici moto da competizione e 85 meccanici auto da competizione). Un’idea vincente e originale, esportata anche nel Regno Unito, sul tracciato di Donington, che ha destato l’interesse delle aziende del settore: i main partner dell’iniziativa sono, oltre appunto alla Valter Moto Components, altri marchi del calibro di Mobil 1, Brembo Racing, Yamaha Factory Racing e Ducati Corse, che mettono a disposizione sia il know how, con seminari didattici, sia lezioni pratiche con visite agli stabilimenti o ai reparti corse.

Please follow and like us:
Articoli ,
Privacy Policy
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Segui Travelbike anche sui social network!