Archive for 28 aprile 2015

Guzzi California 1400 Bagger

Avvistata a Mandello del Lario questa nuova versione della California 1400 che per le forme si presume essere dedicata al mercato americano.

Camuffata ma simile nelle forme al prototipo MGX-21  che è stato presentato nei mesi scorsi all’ Eicma di Milano.

Please follow and like us:

Restyling BMW K 1600 GTL 2016

Prime foto in rete della nuova versione della BMW K 1600 GTL 2016

Frontale più ampio e scarichi leggermente posizionati più in basso per andare ad ospitare le valigie laterali che ora sono leggermente più apie di dimensione.

Invariata la parte motoristica di questa ammiraglia BMW

bmw-k1600-gtl-foto-spia-02 bmw-k1600-gtl-foto-spia-01

Please follow and like us:

Pilot Road 4: Michelin propone dei nuovi pneumatici per l’estate

Michelin e i nuovi pneumatici Pilot Road 4: per chi vuole vivere la moto in tutta sicurezza

 

Il prestigioso marchio francese di pneumatici Michelin (https://www.gomme-auto.it/pneumatici/michelin), nato dalla passione di Edouard e André Michelin nel 1889 è da anni uno dei punti di riferimento dei pneumatici moto, vediamo le caratteristiche dei nuovi pneumatici Michelin Pilot Road 4, nuova versione del modello destinato al moto touring.

Pilot Road 4: Michelin propone dei nuovi pneumatici per l’estate

Con l’arrivo della bella stagione arriva il momento, per gli amanti delle due ruote, di tirare fuori dal garage la propria moto, con la quale sarà possibile viaggiare per almeno 6 mesi. È importante, prima di accendere il motore e di scendere in strada per provare ancora una volta l’ebbrezza del vento nei capelli, verificare lo stato di salute degli pneumatici. Nel caso sia necessario sostituirli senza remore, per avere a disposizione un mezzo sicuro e affidabile, che non tradisca alla prima frenata di emergenza, rischiando di far saltare i programmi immaginati da mesi. Tra i nuovi pneumatici Michelin disponibili in questo 2015, il produttore francese propone il modello “Pilot Road 4″. In base a un test che ha avuto per oggetto la versione “standard”, eseguito su strada, è stato possibile definirne i pregi e i difetti.

Le diverse configurazioni a disposizione degli amanti delle due ruote

Sul piano estetico i Michelin Pilot Road 4, appartenenti al segmento Sport-Touring, sono perfetti per le persone che percorrono moltissimi chilometri in ogni occasione. Vengono proposti in tre configurazioni; quella “standard” è per chi possiede delle moto naked, SportTouring modelli che sono “sopra i 600 cm3″, mentre i “Pilot Road 4 GT” sono per i possessori di moto Gran Turismo di ultima generazione. Infine, i “Pilot Road 4 Trail” sono stati appositamente studiati per i crossover oppure per i Maxi-Enduro; per tale motivo, la ruota anteriore da 19 pollici consente un utilizzo ottimale sull’asfalto. Il grande feeling degli pneumatici è garantito dalla doppia mescola 2CT, che può contare su mescole differenti per le spalle e il centro, quest’ultimo caratterizzato da una maggiore durezza.

Le differenze dei Pilot Road 4 rispetto ai modelli precedenti

Se confrontati con i precedenti “Pilot Road 3″ i profili utilizzati per il battistrada, uniti alla composizione della mescola, aumentano il livello di sicurezza della frenata, in particolare in condizioni di asfalto bagnato. Michelin ha migliorato anche il grip in caso di temperature elevate o, al contrario, eccessivamente basse.

Gli pneumatici offrono una copertura che offre una resa omogenea anche nel caso di differenti condizioni di asfalto. L’anteriore, in particolare, risulta molto preciso in fase di frenata; aprendo il gas vengono garantiti dei risultati eccellenti.

Divertimento assicurato da una grande agilità

In tema di agilità gli pneumatici Michelin Pilot Road 4, pur non raggiungendo i risultati di coperture più sportive, risultano di ottimo livello. Grazie al fatto di entrare immediatamente in temperatura, è possibile affrontare le curve in tutta sicurezza. Anche eseguendo delle pieghe decisamente accentuate, la moto può essere raddrizzata senza alcun problema particolare, con un grip che si rivela di ottimo livello.

Sul bagnato il conduttore del mezzo ha la possibilità di mantenere un buon ritmo; sono i nuovi intagli a permettere alle gomme di dissipare l’acqua che si deposita. Sono poche le pecche di tali pneumatici, e nessuno risulta rilevante. I Pilot Road 4 sorprendono in tutte le occasioni; hanno una buona resa sul bagnato, permettono di avere un feeling di guida di buon livello e un grip ottimale. Inoltre, è da sottolineare l’ottima resistenza all’usura, che assicura divertimento per molti chilometri.

Please follow and like us:
Articoli

Viaggio in moto, pronti alla partenza?

27 aprile 2015 No comments
bauletti givi

I motociclisti lo sanno, non c’è viaggio migliore si quello fatto con la propria moto. Che sia per un fine settimana su un passo alpino o il giro d’Italia seguendo la linea di costa, trascorrere tanto tempo in sella a macinare chilometri con la propria due ruote da quella sensazione di libertà che pochi altri momenti riescono a trasmettere.

L’ Italia, con il suo misto di bellezze naturali e artistiche presenti, offre tantissimi itinerari da percorrere in moto

Basta un po’ di spirito d’avventura, una buona e efficiente moto, una compagnia (intesa sia in versione passeggero, sia come un amico moto al fianco) uniti alla  giusta attrezzatura, stipata nell’ immancabile bauletto e si è pronti a partire.

Non sono solo i nostri compatrioti a scegliere il bel paese per i loro mototour, molti turisti vengono dal nord Europa per trascorrere una vacanza lowcost, magari preferendo un campeggio o un agriturismo a ai più costosi hotel o altre strutture turistiche.

Organizzare un viaggio in moto non è difficile come si può pensare. Bisogna suddividere il percorso in tappe con tutte le zone che si vogliono visitare, anche quelle più difficili da raggiungere con mezzi “tradizionali” come auto o treno.

Indispensabile dotare la moto di un comodo bauletto per portarsi dietro lo stretto necessario per la vacanza, magari anche il classico atlante e la giacca antipioggia (non si sa mai).

Volendo, per una maggiore indipendenza, può essere utile un fornelletto da campeggio e qualche pentolino per preparare un pasto veloce lungo la strada senza perdere tempo o dover effettuare lunghe deviazioni al percorso, per cercare un punto di ristoro.

Particolare attenzione bisogna porla nelle definizione delle tappe, prevedendo le giuste soste, calcolando le distanze e i luoghi da visitare, per godersi a pieno un viaggio impegnativo, perché viaggiare in moto è impegnativo, con meno intoppi possibili.

Controllare le previsioni meteo previste lungo il percorso è importante per evitare cattive condizioni atmosferiche che possono pregiudicare il prosieguo delle varie escursioni.

Ultimo punto, non in ordine di importanza, da tenere in considerazione prima di intraprendere un viaggio è il controllo dello stato della moto, come l’usura delle gomme, il funzionamento dell’impianto frenante e il corretto gioco delle leve.

La moto è il mezzo ideale per la libertà che offre per poter scoprire anche i siti più nascosti, magari insulari, da poter raggiungere con facilità.

Come detto un elemento essenziale per affrontare un viaggio in moto è il bauletto.

Una storica azienda italiana che produce bauletti è la GIVI, fondata nel 1978 da Giuseppe Visensi, ex pilota di Motomondiale, terzo nel 1969, classe 350.

Con passione, determinazione e una buona progettazione, la GIVI si è imposta a livello sia nazionale che internazionale, per diventare una delle realtà più autorevoli e innovative del panorama motociclistico.

I bauletti posteriori GIVI sono ottime soluzioni per moto di grossa cilindrata ma anche per  scooter di piccola e media cilindrata. Risultato di oltre 20 anni di progettazione, rappresentano un’eccellenza per stile e per funzionalità.

La cura nei dettagli, con linee che si integrano con i design delle moto e le soluzioni per ogni tipo di motociclista sono i punti di forza dell’azienda bresciana per un’esperienza di guida completa e appagante.

Lo studio dei bauletti GIVI garantisce semplicità di utilizzo, con un’unica chiave che permette lo sgancio dalla piastra e l’apertura del bauletto stesso. I sistemi di fissaggio sono brevettati da GIVI e diffusi in tutto il mondo: il MONOKEY® e MONOLOCK®.

Per scegliere il bauletto adatto alla tua moto o al tuo scooter c’è un sito 100% italiano, molto fornito e soprattutto affidabile.

Visita OmniaRacing e scopri tutti i Bauletti GIVI disponibili.

Please follow and like us:
Articoli ,

La mia Tunisia: di Evan Tedeschi

8 aprile 2015 No comments

Dovremmo organizzare qualcosa da fare durante le vacanze natalizie, ma i soliti problemi mi rendono riluttante all’idea di partire. La moto si sente compressa nel tragitto casa ufficio, ed io con lei, cionondimeno non riesco a prendere alcuna iniziativa. Anzi, sono sul punto di rinunciare.

Una mattina, in un negozio di ricambi, scopro che il titolare ogni anno, dal 1985, va in Tunisia d’inverno con il suo GS. Mi mostra mappe e intinerari, mi presta una cartina su cui traccia i suoi percorsi abituali e mi parla delle piste nel deserto. Mordo il freno a sentirlo parlare, chiamo mia moglie  e, prima di tornare a casa, avevamo già i biglietti della nave.

REPORT COMPLETO E FOTO

Foto di Evan Tedeschi

Foto di Evan Tedeschi

 

Please follow and like us:
Articoli

8 aprile 2015 No comments

Vota le tue gomme auto preferite su Opiniopneumatici.it!

Avete una moto ed anche un’auto e siete ancora in alto mare per quanto riguarda l’acquisto del vostro prossimo treno di gomme? Veniteci a trovare su Opinionipneumatici.it per avere i commenti di altri consumatori che hanno già sperimentato diversi modelli di gomme auto. Fatelo al più presto. Le gomme auto, infatti, rappresentano quei pochi centimetri quadrati che ci ancorano alla pavimentazione. E’ importante acquistarle di buona qualità ed averne molta cura una volta montate.

Gomme estive: vale la pena montarle?

A questa domanda, possiamo rispondere solo con un sonoro: sì! Perché? Perché mescola e battistrada sono studiati appositamente per affrontare le temperature alte della bella stagione. Le gomme invernali, se calzate d’estate si consumano molto velocemente in quanto, la mescola più morbida – adatta alle fredde temperature – aumenta la resistenza al rotolamento causando un’usura precoce che vi condurrà anzitempo dal gommista.

Prima di valutare le gomme auto, vediamo un paio di modelli interessanti per gli amanti della moto.

Michelin Pilot Road: qualunque sia la versione che scegliete, ottimo grip per questi pneumatici che, sul bagnato, dato il meglio di sé. Lunga durata ed equilibrio completano il quadro.

Viaggiate prevalentemente in città? La scelta non può che indirizzarsi verso Michelin CityPro che resiste anche alle forature ed è destinato ad accompagnarvi nei vostri impegni quotidiani.

Passiamo alle gomme auto estive. Eccovi una breve rassegna di alcuni dei modelli di gomme auto preferiti dai lettori di Opinionipneumatici.it.

Cominciamo con un modello di pneumatici auto “altamente raccomandati” dal TCS. Continental ContiSportContact 5. Ottimo in tutte le prove 2015 condotte dall’ente svizzero. Miglior voto per le performance sul bagnato, breve la frenata, bassi i consumi. I lettori di Opinionipneumatici.it li trovano molto buoni.

Un altro modello che ha suscitato l’interesse dei lettori è Nokian Line: la casa finlandese ha ottenuto la menzione di “altamente raccomandato” per questo pneumatico che si è distinto nelle prove su fondo asciutto. Lunga dura, bassi consumi completano il quadro di uno pneumatico auto davvero equilibrato. Rapporto qualità/prezzo davvero notevole.

Passiamo alla nota casa francese Michelin che con la linea EnergySaver persegue l’obiettivo di total performance, ovvero tutto in un unico pneumatico. Da segnare, tra le versioni commentate EnergySaver+ ed Energy Saver G1, provati dai nostri lettori con risultati molto soddisfacenti. Ricordiamo anche, per chi è dotato di auto elettrica, EnergySaver E-V.

Se, invece, volete un “altamente raccomandato” dal TCS, valutate il nuovo Michelin Primacy 3.

Pirelli Cinturato P7 Blue, uno pneumatico touring pensato per auto familiari e berline. La bassa resistenza la rotolamento lo rende adatto ai lunghi chilometraggi, soprattutto perché non scende a compromessi l’aderenza che garantisce una frenata in tempi ridotti. Lunga vita e bassi consumi scompletano il quadro di queste gomme auto che, a dispetto del nome, si fanno “green” perché amiche dell’ambiente. I lettori di opinionipneumatici.it ne sono pienamente soddisfatti e li trovano rispondenti alle aspettative.

Con le stesse prerogative del Cinturato P7 Blue citato sopra, ricordiamo Goodyear con Dunlop Sport BlueResponse. Un altro “altamente raccomandato” dal Touring Club Svizzero nei test 2015 sugli pneumatici estivi. Bassi i consumi, prestazioni ottime per quanto riguarda la sicurezza.

 

Please follow and like us:
Articoli
Privacy Policy
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Segui Travelbike anche sui social network!