Archive for 31 marzo 2014

Ducati Scrambler: le indiscrezioni si susseguono.

I rumors si susseguono da quasi un anno. L’attesa è tanta per una moto che dovrebbe fare diventare tachicardici gli appassionati della casa di Borgo Panigale e del Vintage. Molti sono i rendering che ipotizzano le forme della nuova Ducati Scrambler che potrebbe vedere la luce in occasione dell’EICMA del 2014 per essere poi introdotta sul mercato nel 2015. Come motore si parla di un bicilindrico Desmo raffreddato ad aria, di 796 cc.

Rendering Ducati Scrambler

Rendering Ducati Scrambler

Read more

Please follow and like us:

Go West!

imagesCABVO8CQMolti Travelbikers sono amanti dell’off road, da quello impegnativo adatto a monocilindrici (magari datati, pronti per essere rimessi a nuovo, in perfetto stile travelbike) a quello adeguato alle grandi navi del deserto dai 1000 cc in su.

Una cosa però accomuna gli amanti dello sterrato: il senso dell’avventura, non importa se sotto casa od in lande lontane e selvagge, l’avventura inizia dove decidiamo noi!

Certo un po’ di invidia la si prova per chi, come per il protagonista di questo video, un biker come tanti, può andare alla conquista della terra lontana per eccellenza: il West.

 Pietraie e canyon tra il Colorado e lo Utah, sulle tracce delle carovane dei coloni che si insediarono nel mitico Ovest, attraversate con un BMW GS Adventure. Paesaggi incantevoli, aspri, l’immancabile “sdraiatina”, non manca nemmeno la classica padella di fagioli sul fuoco del bivacco.

 In fin dei conti tutti noi ci sentiamo un po’ cow-boy appena gli stivali ed i nostri completi da off iniziano ad accumulare polvere.

Solo una domanda: a che livello è la voglia di partire dopo aver visto il filmato?

Go West!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=QL1mDAbD6RM[/youtube]

Please follow and like us:

Yamaha XT 1200 ZE Super Ténéré.

yamaha-xt1200ze-supertnr-2014_1Ha un nome evocativo, una storia illustre ed appartiene al segmento che si connota per essere il più vivace del mercato. Le maxienduro rappresentano potenza, versatilità ed avventura. Dalla regina delle vendite BMW GS 1200 all’ultima versione della KTM Adventure con cavalli a non finire, come non citare la giapponese della categoria con quarti di nobiltà: Yamaha XT Supertenerè. In particolare ora che la Nuova XT 1200 ZE affianca la versione standard XT 1200 Z. Read more

Please follow and like us:
Articoli

Giacca estiva Travelbike

28 marzo 2014 No comments

Disponibili da oggi le nuove giacche marchiate Travelbike. Giacca estiva traforata completa di antipioggia e protezioni omologate su gomiti e spalle.  Logo posteriore e scritta alta visibilità.

Per info ed ordini vi rimandiamo sull’area dedicata del forum

GIACCA ESTIVA TRAVELBIKE

 

Please follow and like us:
Articoli

Mud&Crash: travelbikers nel fango

26 marzo 2014 No comments

Una simpatica carrellata di tutte le cadute durante l’uscita in off sui Monti Simbruini.

Video a cura di Daniele Zara (Uaz82) e foto di Evan Tedeschi (Evanex).

Buona visione!

Trovate report completo e foto sul forum: REPORT MONTI SIMBRUINI

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=fK6V4rtfXu8[/youtube]

Please follow and like us:
Articoli

Vittoria e podio per il Team Rebel all’Italian Baja

21 marzo 2014 No comments

Italian Baja Manuel Lucchese

La città di Pordenone è stata teatro d’apertura della “Baja World Championship”, ospitando dal 14 al 16 marzo la ventunesima edizione dell’Italian Baja, valevole come prima tappa del mondiale e come prova unica del campionato italiano. A questo evento non poteva ovviamente mancare il Team Rebel Yamaha Racing, con i piloti Manuel Lucchese e Federico Zurcher, autori di una performance brillante che li ha visti salire sul podio grazie al terzo posto assoluto di Lucchese nel campionato italiano ed al trionfo di Zurcher nella categoria Junior.

Parte con il piede giusto l’avventura del Team Rebel nel campionato mondiale Baja, rendendo orgogliosi i numerosi supporters di questa giovane realtà del mondo dell’off-road. La competizione si è presentata da subito ardua, articolata in tre massacranti giorni di gara, per un totale di ben 290 km di prove speciali. I percorsi estremamente veloci, erano caratterizzati da sterrati e terreno prevalentemente sassoso, in grado di mettere a dura prova mezzi e piloti. Nell’arco dei tre giorni, i due rider del Team Rebel Yamaha Racing si sarebbero così impegnati al massimo, nell’intento di raggiungere gli obiettivi prefissati. Manuel Lucchese, pilota di punta della squadra, dopo un avvio in sordina, sarebbe riuscito a raddrizzare la situazione, terminando al tredicesimo posto il prologo del venerdì e prendendo progressivamente confidenza con la WR450, fino ad agguantare il sesto posto assoluto della classifica mondiale nella giornata di sabato. Nell’ultimo giorno, tuttavia, l’ex Campione del Mondo sarebbe incappato in una rovinosa caduta, danneggiando il cambio ed essendo costretto a procedere ad un ritmo meno sostenuto. Il portacolori Yamaha sarebbe comunque riuscito ad arrivare in fondo, aggiudicandosi il terzo posto assoluto nel campionato italiano e mantenendo perfino la sesta posizione nella classifica generale del mondiale. “Sono contento di essere tornato sul podio – ha affermato Lucchese al termine della gara – Questo risultato mi carica, perché è indice che sono sulla strada giusta per recuperare lo stato di forma ottimale. Purtroppo l’inconveniente al cambio mi ha rallentato parecchio nell’ultima giornata, ma il sesto posto nella classifica generale del mondiale mi rende comunque felice. La WR450F, inoltre, si è comportata egregiamente, rendendo tutto più facile e di questo devo ringraziare la squadra”.

Italian Baja Federico ZurcherGara in crescendo anche per l’altro portacolori Yamaha, Federico Zurcher. Il week-end dello svizzero è stato segnato da una brutta caduta al sabato, che gli ha fatto perdere una notevole quantità di tempo. Tuttavia, nonostante l’inconveniente, Zurcher  sarebbe riuscito a raddrizzare il corso degli eventi, portando a termine la gara al primo posto nella categoria Junior e facendo perfino segnare, nella giornata di domenica, tempi molto vicini a quelli dei piloti di testa dell’assoluta. Con lo strepitoso successo nella Junior, il 19enne si ritrova adesso in vetta alla classifica mondiale Under 25. “Sono ancora incredulo di questo risultato - ha candidamente ammesso lo svizzero -  Prima della gara ero abbastanza teso, soprattutto perché non avevo mai partecipato ad una tappa di Campionato del Mondo. Si trattava infatti del mio debutto in una gara Baja ed a questo proposito devo ringraziare la squadra Rebel Yamaha Racing per avermi concesso una simile opportunità. E’stata un’esperienza unica, indescrivibile. Essere in testa ad un campionato del mondo è per me un grande stimolo, oltre che una responsabilità. Oggi la moto è stata semplicemente perfetta. Il team, inoltre, mi aveva affidato il compito di testare in gara il nostro prototipo di serbatoio maggiorato derivato dalla Yamaha WR450F Rally e devo dire che ne sono rimasto impressionato: non mi aspettavo che la moto rimanesse così agile e maneggevole nonostante i 18 litri di capienza totale. Visto il risultato, sono deciso ad utilizzare questo serbatoio anche nelle prossime gare”.  

La prima tappa della “Baja World Championship” termina dunque in maniera decisamente convincente per il Team Rebel Yamaha Racing, ripagando la fiducia riposta da Yamaha Motor Italia. Nei mesi a venire, parallelamente all’attività agonistica, la squadra si dedicherà a portare avanti lo sviluppo della Yamaha WR450F Rally, che sarà commercializzata in maggio. Il prossimo appuntamento con la “Baja World Championship”, comunque, è previsto per la fine di luglio in Spagna, ad Aragon, ove il suggestivo Deserto del Monegros attende moto e piloti per un week-end di pura adrenalina.

(Foto by: AP Photosport)

Please follow and like us:
Articoli , , , , , , , , , ,
Privacy Policy
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Segui Travelbike anche sui social network!