TECHNICHE: GILET REFRIGERANTE ULTRA SPORT HYPERKEWL™

Grazie a Marco D’Arcangelo di TECHNICHE Italia, abbiamo avuto la possibilità di andare a testare il gilet refrigerante ULTRA SPORT HYPERKEWL™.

Un prodotto  dedicato a tutte le attività sportive da praticare durante le calde temperature estive e molto efficace ed efficace anche sotto una giacca moto estiva (quindi traforata che permette passaggio di aria)  o la maglia da Cross.
Il modello in questione si compone di un gilet girocollo con inserti in maglina traspirante. Nylon trapuntato esterno, Polimero Hyperkewl all’interno e nylon Taslan water resistant sul lato pelle.

Veniamo ora al vero e proprio test che, ad onor di correttezza, iniziamo con qualche titubanza, quasi certi che le nostre aspettative sul comfort promesso, non saranno del tutto soddisfatte. Dovremo ricrederci.

Iniziamo ad immergere in acqua il gilet e subito dopo lo strizziamo. Pronto per essere indossato. Il caldo torrido fuori stagione della Capitale si presta perfettamente al test.

Una volta indossato, non limita in alcun modo il movimento, sia per la forma che per lo spessore davvero ridotto. Aspettiamo qualche minuto prima di partire e controlliamo la maglia intima indossata sotto il gilet. Completamente asciutta.

Sin dai primi metri, abbinata al giubbino traforato, si avverte una piacevole sensazione di “fresco”. Forse sarebbe più corretto dire sensazione di comfort in quanto non è un brusco passaggio quello che si avverte partendo da fermi e iniziando a camminare quanto piuttosto un graduale refrigeramento. Sensazione che si mantiene anche nelle brevi soste ai semafori.

Uscendo dal traffico cittadino ci dirigiamo verso strade a scorrimento veloce dove ci “dimentichiamo” di indossarlo. Ce lo fa ricordare un classico termometro delle insegne di una farmacia che segna ben 31°.

Ci ostiniamo a cercare un difetto. Sosta al bar.
Due chiacchiere sotto il sole. Adesso si sarà asciugato presumibilmente.  Invece arriviamo fino alla sesta ora consecutiva che ci permette di raggiungere altitudini ben più elevate di Roma.

Per evitare “facili entusiasmi” da test, decidiamo di effettuare il ritorno SENZA il gilet TECHNICHE. La differenza, bel oltre le nostre aspettative, è davvero netta.

In conclusione ci sentiamo assolutamente di consigliare questo prodotto (utile non solo in moto) che, in sicerità, probabilmente non avremmo preso in considerazione se non avessimo avuto la possibilità di provarlo. Un piacevolissima sorpresa.

 

PH Marco Ficari
Model Sara 23
Testo Luca Tomassi

 

 

Col Falcone dal Salento alla Porta d’Oriente

Col Falcone dal Salento alla Porta d’Oriente

Reduci da un viaggio in estate 2016 al freddo e al gelo della Norvegia e di Capo Nord, per quella 2017 ci siamo voluti regalare un’esperienza torrida in quel di Istanbul, anche se ad un certo punto, forse stanchi e boccheggianti dalla troppa canicola, sono stati un piacere sopportabile i brividi sulla Transfăgărășan.

Siamo Ivano Catullo e Sabina Rizzo nati e cresciuti nel basso Salento, non più giovanissimi, alle soglie dei 40, ma ancora con tanta voglia di fare e scoprire il mondo.

Cogliamo l’opportunità di raccontare un po’ della nostra ultima avventura estiva, che partita dal Salento a bordo di una Moto Guzzi Nuovo Falcone del ’71 ha attraversato, in 23 giorni, 6415 km e nell’ordine: Albania, Grecia, Turchia, Bulgaria, Romania, Serbia, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Montenegro e per rientrare di nuovo Albania, la quale ci ha permesso di traghettare verso l’amata Patria.

Leggi tutto “Col Falcone dal Salento alla Porta d’Oriente

Casco NOLAN N100-5

CASCO NOLAN N100-5

 

 

Il casco apribile Nolan è uno dei modelli di punta della serie Modulari
Si presenta molto pratico sia in città che per il turismo
Provato in un paio di occasioni; ho apprezzato molto il  sistema di apertura Nolan ,
 il Dual Action  , facile da usare anche con i guanti.
La visiera è accessoriata con visierino pinlock, compreso anche questo nel casco, per evitare che si appanni la visiera.

Leggi tutto “Casco NOLAN N100-5